Magazzini automatici verticali: basta un tocco ed è subito interazione

Icone a colori dal significato univoco: la semplificazione dell’interazione tra l’operatore e il magazzino verticale a cassetti per System è intuitiva fino all’ultimo click.

Il caso è quello del PC industriale della serie Copilot sviluppato da System Electronics, divisione di business interna alla stessa azienda che fin dall’esordio dei Modula sul mercato (questo il nome dei magazzini verticali prodotti dall’omonima azienda del Gruppo) si è dedicata alla progettazione e allo sviluppo di computer, controllori e terminali industriali.

Era il 1987 e, dalla prima interfaccia (basata su microcontrollore, tasti meccanici e schermo crt monocromatico), molte evoluzioni si sono susseguite fino al raggiungimento dell’attuale stato dell’arte che vede come regina assoluta la comunicazione iconografica pensata espressamente per l’ambiente industriale.

 

 

All’attivazione del PC Copilot, gli operatori gestiscono prelievi e depositi con semplicità tramite lo schermo touch-screen e i vantaggi principali sono due:

• percorsi semplici e intuitivi
• formazione minima per il professionista del magazzino

I Copilot consentono di visualizzare in modo veloce tutte le righe d’ordine e di chiamare velocemente i cassetti da cui prelevare. Con il vantaggio di poter ottenere aggiornamenti in tempo reale sulle giacenze o evadere ordini just-in-time, gli operatori possono essere connessi automaticamente con il sistema ERP o con il gestionale: i cassetti vengono proposti all’operatore seguendo l’ordine di prelievo.

L’installazione della console è a un’altezza definita “ergonomica”, ovvero in prossimità della baia di prelievo/versamento. La versione scorrevole rende ancora più produttive le azioni dell’operatore: la console può essere trascinata lungo tutta la lunghezza del cassetto per avere sempre a portata di mano l’interfaccia durante le operazioni di prelievo e versamento dei pezzi evitando spostamenti inutili dell’operatore.
Il pulsante d’emergenza è integrato nella console. In caso di necessità è, dunque, sempre in prossimità dell’utilizzatore.

I PC industriali della serie COPILOT, grazie alle loro caratteristiche tecniche e alla protezione da polvere e liquidi si prestano ad ambienti outdoor e indoor. Sono prodotti flessibili perché personalizzabili ed equipaggiati con connettività wired e wireless.

Creadigit. System, ha portato la stampa delle superfici ceramiche all’eccellenza.

Se in passato si decideva di investire su una singola tecnologia in base alle prestazioni, oggi il mercato mondiale
richiede una soluzione completa, con processi all’avanguardia, dove hardware e software siano sempre più interconnessi, per dare vita a un’automazione industriale in grado di garantire la massima flessibilità e personalizzazione
in un’ottica di lean manufacturing.
System, grazie alla sua capacità di trasferire concetti ed esperienza in soluzioni concrete, ha scalato le vette della tecnologia per la decorazione digitale con il sistema Creadigit.
Si tratta di una delle soluzioni tecnologiche uniche nate dalla lungimiranza di Franco Stefani, fondatore nel 1970 dell’azienda di Fiorano Modenese, imprenditore ‘visionario’, che ha saputo tante volte anticipare mercati e tendenze tecnologiche.
Il processo di stampa digitale a getto d’inchiostro single pass di Creadigit permette di decorare ad alta definizione un supporto, offrendo all’industria ceramica una serie di benefici e vantaggi fino a qualche anno fa inimmaginabili.
Il know-how legato a questa soluzione fonda le proprie basi su un’intensa attività di ricerca, che ha reso la stampa digitale inkjet ‘drop on demand’ unica al mondo. In System, del resto, sono presenti dipartimenti ad alta specializzazione tecnica, dove ingegneri meccanici, elettronici, chimici e fisici lavorano a stretto contatto per trasformare in innovazione
reale concetti e invenzioni che provengono dallo studio della scienza. Siamo di fronte a una vera e
propria ‘orchestra’, che agisce in modo armonioso e coordinato, in grado di fornire soluzioni inedite di decorative printing per la realizzazione di superfici ceramiche di straordinaria bellezza, di forte impatto visivo e dalle importanti caratteristiche tecniche.

 

La decorazione si fa digitale

L’avvento della stampa digitale nell’industria ceramica ha portato a un’evoluzione della produzione, permettendo con un solo passaggio di ottenere un’alta qualità di stampa a grande velocità. System utilizza la tecnologia di stampa Fujifilm Dimatix. La testina, disponibile in tre diverse versioni a seconda della goccia nativa di stampa, ha una risoluzione di 400 dpi, ricircolo interno, plate in metallo ad alta resistenza ed è totalmente rigenerabile.
La stampa digitale inkjet di Creadigit è particolarmente apprezzata nella decorazione delle grandi superfici ceramiche. Le versioni Creadigit XXL e Creadigit BS raggiungono rispettivamente una larghezza di stampa di 1.355 mm e 1.806 mm. Ma non è tutto, perché all’interno di Creadigit l’elettronica di elaborazione permette di stampare ad alta velocità e di conferire concretezza a immagini di ogni genere, fino a 200 m2 di dimensione grafica, rendendo ogni lastra unica.
Creadigit guarda all’architettura e all’interior decoration come forma di espressione del talento umano, perché grazie a questo processo di decorazione digitale è possibile realizzare superfici originali, capaci per esempio di riprodurre la patina del metallo ossidato, la sensazione tattile del legno e delle sue venature passanti e i marmi più pregiati esistenti in natura, per una creatività senza limiti.
I dipartimenti coinvolti nella progettazione, sviluppo e realizzazione della stampante digitale inkjet Creadigit sono System Ceramics e System Electronics, che insieme lavorano in sinergia con l’obiettivo di fornire al mercato internazionale tecnologie e processi senza uguali.
Le testine di stampa rappresentano il cuore del processo, la cui complessità di funzionamento esige tecnologie di controllo idraulico, elettronico, meccanico e algoritmico di nuova evoluzione, dal momento che il processo di stampa ha tra gli obiettivi, la realizzazione di funzioni specifiche per l’ambito industriale. Grazie a un’elettronica di ultima generazione, l’operatore è in grado di gestire una modalità di stampa a quantità, con immediatezza d’uso, fattore da sempre ricercato. Questo principio, di grande valore aggiunto, permette al tecnico di impostare i valori della materia da scaricare sul supporto. Si tratta di un aspetto significativo, poiché è possibile intervenire sulla quantità di inchiostro senza andare a modificare il file che è già stato elaborato per il processo di stampa. Grazie a questo metodo, si ha sempre la certezza che Creadigit andrà a depositare la quantità desiderata, a differenza del processo di stampa a risoluzione.
La gestione dell’impulso di sparo è un esempio di come ogni peculiarità relativa al processo di stampa venga studiato nei minimi dettagli da un punto di vista scientifico, dove da un lato vi sono studi di fluidodinamica da parte di fisici e chimici, dall’altro un’elettronica all’avanguardia.
Oltre 1.000 inchiostri e più di 1.500 controlli elettronici Waveforms di attivazione testina sono stati studiati e testati per ottenere una stampa digitale inkjet ‘drop on demand’ ottimale, in virtù del fatto che anche gli inchiostri rappresentano un fattore determinante nella quantità di stampa, unita all’affidabilità nel tempo, garantendo il massimo livello d’eccellenza durante tutto il processo di produzione ceramico.

 

Il supporto della tecnologia

La complessità del sistema digitale richiede che le parti meccanica, elettronica, idraulica e di comando agiscano contemporaneamente durante il processo, in perfetta sinergia. L’elettronica di controllo delle barre colore, per esempio, garantisce una gestione realtime con la massima precisione di sincronismo, per una stampa ad alta definizione. I circuiti idraulico e termico sono stati progettati per avere un’alimentazione ottimale delle testine, sia in caso di stampa di alti, sia di bassi quantitativi di inchiostro.
Il sistema è in grado di determinare le condizioni di sparo più adeguate, assicurando in questo modo una migliore gestione della quantità d’inchiostro che deve andare a depositarsi sul supporto.
Al tempo stesso, si mettono al sicuro le testine da eventuali rischi, come per esempio il surriscaldamento e la bruciatura per sparo in mancanza di materia. Si tratta di rischi accidentali che System ha opportunamente studiato e risolto con soluzioni di ingegneria idraulica, dove nulla è lasciato in secondo piano. L’interfaccia della macchina è intuitiva e semplice grazie alla piattaforma HMI realizzata internamente da System, così come il PC industriale touchscreen
Copilot inserito nella parte frontale di Creadigit.
La grande versatilità del sistema di stampa di System ha portato negli ultimi anni a un’ulteriore evoluzione del processo ceramico, le cui fasi di decorazione, ora, sono applicate in digitale: dalla smaltatura, alla riproduzione della grafica, alla
protezione finale. La decorazione, arte antica che accompagna la storia dell’umanità, ha trovato nella stampa digitale inkjet ‘drop on demand’ di Creadigit un prezioso strumento all’avanguardia, che attraverso i suoi processi di stampa è in grado di conferire un valore estetico, emozionale e funzionale alla superficie ceramica senza precedenti. La forte richiesta di personalizzazione e di originalità viene soddisfatta dalle soluzioni inedite che System con i suoi dipartimenti Ceramics ed Electronics è in grado di offrire al mercato internazionale come partner tecnologico.
La stampa digitale a getto d’inchiostro di Creadigit racchiude in sé funzionalità innovative, tanto da essere considerata il punto di riferimento mondiale nella decorazione dei materiali ceramici, capace di conferire al prodotto un valore aggiunto, ampliando gli orizzonti dell’arte decorativa e favorendo l’impiego della ceramica in ambiti inesplorati fino a qualche anno fa, per una nuova creatività.

Elettronica System per il navale: il caso di Onyx Marine Automation

Il portale www.ship2shore.it approfondisce il caso delle automazioni “tailor made” che abbiamo realizzato per il nostro Cliente Onyx Marine Automation, sviluppatore di sistemi d’automazione, controllo e monitoraggio per yacht e super yacht.

La partnership tra System Electronics e Onyx Marine Automation è decennale e il fulcro degli ottimi risultati la possiamo individuare, prima di tutto, nel dialogo bilaterale e continuo tra gli uffici tecnici delle aziende.

Le principali applicazioni sviluppate a misura delle esigenze del Cliente sono:
• moduli di distribuzione di potenza (24 volt) utilizzati su imbarcazioni da 16 a 30 metri per la gestione dei carichi elettrici, e su imbarcazioni fino a 80 metri per la gestione delle luci di navigazione
• moduli I/O analogici con ingressi custom per l’acquisizione di tutti i segnali provenienti dai sensori di bordo
• schede per la ridondanza del CANopen: prodotto esclusivo che ha introdotto nel settore navale la rete ridondata sul bus di campo CANopen.
• il sistema di controllo del posizionamento automatico delle eliche di superficie sulle imbarcazioni veloci

Approfondisci il caso System Electronics e Onyx Marine Automation, leggi l’articolo completo pubblicato qui

L’uso del Copilot nella logistica di magazzino

Il PC industriale della serie Copilot sviluppato da System Electronics è protagonista su www.logisticaefficiente.it di un approfondimento sull’utilizzo di interfacce nell’automazione nel campo dell’automazione della logistica di magazzino.

Nell’articolo viene analizzato il caso dell’applicazione del Copilot sui Modula, i magazzini verticali automatici realizzati dal nostro Gruppo.

Tra i vantaggi che il Copilot concorre a raggiungere in questa particolare applicazione vi sono:

– semplicità d’uso
– visualizzazione rapida delle righe d’ordine
– richiamo veloce dei cassetti da cui prelevare
– aggiornamenti giacente in tempo reale
– formazione minima per gli operatori
– connessione con sistema ERP o gestionale
– installazione console ad altezza ergonomica

Sei interessato ad approfondire? Clicca qui