System Electronics alla fiera italiana dell’automazione SPS

 

Dal 28 al 30 maggio si terrà a Parma SPS Italia, la fiera dedicata all’industria intelligente, digitale e flessibile. System Electronics,  unità operativa di System Ceramics SpA, sarà tra gli espositori di questa edizione presso il Pad. 3 Stand C068.

System Electronics porterà in mostra per l’occasione le ultime soluzioni di elettronica per il mondo manifatturiero e per la Smart Industry.

Verranno presentati i PC e i monitor Copilot nelle diverse versioni, dal più grande di 21.5” fino al più piccolo di 10.4”, i sistemi CANopen ed Ethercat per il controllo di I/O remoti, gli azionamenti per il pilotaggio di motori passo-passo e l’elettronica Creadigit per la stampa digitale.

System Electronics inoltre in occasione della kermesse SPS  annuncerà la nascita della nuova sede produttiva a Fiorano Modenese, che inaugurerà a fine anno e che darà il via a nuove sfide nel campo del contract manufacturing e del Co-Design.

Un importante traguardo per il dipartimento di elettronica industriale di System Ceramics che vanta una lunga esperienza al servizio di una clientela internazionale.

Ciesse Elettronica entra a far parte del mondo System

Ciesse Elettronica Srl, azienda di Corlo di Formigine, entra a far parte di System SpA.

Un altro importante tassello si aggiunge all’espansione di System che acquisisce il 100% dell’azienda modenese specializzata nella produzione di schede elettroniche con tecnologie all’avanguardia, vantando oltre 30 anni di esperienza nel settore delle automazioni industriali. Ciesse Elettronica grazie all’utilizzo costante di processi innovativi è punto di riferimento a livello nazionale nell’ambito della manifattura elettronica che spazia dall’industria, all’info-mobilità fino alle competizioni automobilistiche.

Ciesse Elettronica verrà integrata nella business line System Electronics.

Seminario gratuito 05.10.2018 c/o Modula – Salvaterra (RE)

Il prossimo 5 ottobre  Modula SPA, azienda del Gruppo System, leader nei magazzini verticali automatici, organizzerà nella sede di Salvaterra (Reggio Emilia) un seminario gratuito rivolto al settore elettrico ed elettronico, riservato ad un pubblico ristretto interessato all’innovazione di magazzino e alle soluzioni automatizzate di picking e stoccaggio per il materiale elettrico ed elettronico. 

 

Chi fosse interessato a partecipare a questo evento, che tratterà storie di altri clienti del settore ed una visita dal vivo alla fabbrica con DEMO LIVE del magazzino, è invitato a visionare l’agenda e ad iscriversi qui http://landing.modula.com/elettronica/ o inviando una email a: marketing@modula.com

 

Modula è un’azienda internazionale che opera da 30 anni nel settore e ha più di 10.000 referenze all’attivo. Scopri di più sul sito internet : www.modula.com

SPS Parma 2018

E’ ormai alle porte l’appuntamento a SPS IPC DRIVES Italia, a Parma dal 22 al 24 maggio 2018, ottava edizione della fiera dedicata alle tecnologie per l’automazione industriale, durante la quale System Electronics presenterà le sue soluzioni di elettronica orientate alla fabbrica 4.0.

Vi aspettiamo allo Stand n. C068 del Padiglione n. 3, per farvi conoscere le nostre tecnologie,  capaci di rispondere alle esigenze più evolute e complesse del settore factory:

 

  • PC industriali e Monitor touch screen della serie Copilot
  • gli azionamentiQuad Microstep Driveper motori passo-passo
  • controllori industriali della famiglia DICO
    • i moduli di I/O remoto

 

Vi aspettiamo!

Le soluzioni all’avanguardia di System Electronics in mostra a Parma alla fiera SPS

System Electronics, business unit di System SpA, progetta e realizza soluzioni di elettronica all’avanguardia per l’automazione industriale in linea con i nuovi cardini della manifattura digitale 4.0. In particolar modo, System Electronics ha mostrato in anteprima alla fiera n. 1 in Italia dell’automazione industriale SPS, una nuova versione del PC industriale Copilot touch-screen da 15.6” e Shake Reveal, un sistema di rilevazione terremoti.

All’interno della famiglia dei PC industriali Copilot ora si potrà avere anche la versione touch-screen da 15.6”. Il terminale è un’interfaccia operatore compatta e robusta, con struttura in acciaio inox, studiata per operare in ambienti gravosi. Il display Full HD 15.6’’ TFT Color LCD LED 16:9, è un touch-screen multitocco che garantisce un perfetto funzionamento anche con guanti. CPU e connettori sono configurabili, per rispondere alle diverse esigenze applicative, sia nella versione da incasso che pensile con fissaggio VESA 100.

A Parma System Electronics ha portato in mostra per la prima volta anche un altro importante sistema che permette di rilevare i terremoti: Shake Reveal. Si tratta di un dispositivo in grado, in caso di sisma, di rilevare il movimento sussultorio, analizzarlo e decidere se bloccare il funzionamento della macchina al quale viene applicato. Può lavorare in modalità «giorno» e «notte», in base alla presenza/assenza dell’alimentazione principale. Nella modalità «notte» è alimentato da un sistema a batterie. Shake Reveal dispone di 4 ingressi digitali utilizzabili per l’autodiagnosi, che consentono il collegamento di altrettante fotocellule alle quali è in grado di fornire l’alimentazione. I parametri possono essere configurati dall’utente, per adattarsi alle diverse esigenze applicative.

System Electronics si conferma partner tecnologico capace di offrire al mercato internazionale soluzioni ad alte prestazioni per l’automazione industriale anche in ottica di smart manufacturing.

Le soluzioni System Electronics a SPS ITALIA 2017

E’ ormai alle porte l’appuntamento a SPS IPC DRIVES Italia, a Parma dal 23 al 25 maggio 2017, la fiera dedicata alle tecnologie per l’automazione elettrica durante la quale presenteremo le nostre soluzioni di elettronica industriale orientate alla fabbrica 4.0.

Vi aspettiamo per farvi conoscere le nostre tecnologie che consentono l’acquisizione dei dati dal campo e, in particolare, a SPS Italia 2017 presenteremo:

• la serie dei controllori industriali DICO-A8
• i moduli di I/O DICO-909
• gli azionamenti Quad Microstep Drive per motori stepper
• i PC industriali touch screen Copilot

Per approfondire vi diamo appuntamento allo Stand n. I067 del Padiglione n. 5

Tecnargilla 2016, l’innovazione dirompente del Gruppo System

Alla venticinquesima edizione di Tecnargilla, la fiera di riferimento internazionale per l’industria ceramica e del laterizio, presenteremo importanti soluzioni in ambito di smart manufacturing e intelligenza artificiale, dove l’innovazione e l’alta tecnologia danno vita a una nuova idea di fabbrica flessibile, connessa, globale.

L’obiettivo è quello di definire un nuovo standard nella gestione della manifattura ceramica, un processo evolutivo verso il principio di “Ceramica as a Service” secondo cui i Clienti potranno ridisegnare i loro processi produttivi e condividerli in un’applicazione integrata di utilizzo delle risorse.

In occasione di Tecnargilla 2016, che si terrà a Rimini Fiera dal 26 al 30 settembre, mostreremo in anteprima le nuove soluzioni tecnologiche e i processi all’avanguardia messi a punto dalle divisioni del Gruppo System andando ad interessare tutti gli ambiti di applicazione legati al mondo dell’industria ceramica.

I visitatori potranno vedere la tecnologia dirompente di System:
– la nuova piattaforma di servizi software PRIME
– l’evoluzione della tecnologia Lamina delle grandi lastre
– gli ultimi accorgimenti nella stampa digitale
– le soluzioni all’avanguardia nell’ambito dello stoccaggio
– il potente sistema di visione
– l’alta tecnologia messa a punto per il fine linea e il confezionamento
– l’assistenza predittiva e l’efficienza H24 del Customer Service

Vi aspettiamo a Tecnargilla 2016 presso il padiglione A1!

Magetron accelera con l’elettronica di System

La convinzione che il motore stepper sia il futuro ha portato Magetron a sviluppare sistemi per il confezionamento del tessile per la casa avvalendosi dell’azionamento Quad Microstep Drive di System Electronics

“Per la nostra azienda l’innovazione tecnologica continua è fondamentale” racconta Gabriele Barioni general manager di Magetron, azienda familiare che vanta una posizione di primo piano nella progettazione e costruzione di macchine per confezionare il tessile della casa.
Barioni ha vissuto tutte le fasi evolutive dell’azienda bolognese, nata nel 1975. “Abbiamo brevetti e progettiamo internamente tutte le nostre automazioni per il tessile della casa, che da Crespellano esportiamo nel mondo. Su quindici dipendenti, cinque sono progettisti.
Anche in tempi di crisi abbiamo scelto di investire ed è stata la nostra salvezza: l’11 settembre 2001 per noi, come per tanti, ha portato lo
‘stop’ degli affari, mercati immobili e necessità di prendere una strada. Abbiamo scelto di investire in ricerca e non ci siamo mai fermati”.
Prosegue poi il general manager: “Facciamo ricerca nel campo della meccanica, ma anche nell’elettronica che, com’è noto, è determinante per essere vincenti. Da molto tempo vediamo il futuro nel motore passo-passo, ma la difficoltà è stata trovare l’azionamento che potesse massimizzarne le prestazioni”.
Barioni mostra le automazioni pronte in officina per essere spedite in India: “Ad aprirci nuovi orizzonti è stato l’inserimento, avvenuto negli ultimi anni, degli azionamenti System per motori passo-passo sui nastri di trasporto e sulle nostre macchine per l’etichettatura di asciugamani, coperte, lenzuola, federe, duvet, tovaglie, tovaglioli, tappeti, tappetini, tende e molti altri prodotti per l’industria tessile, che arrivano tra le mani di consumatori esigenti, frequentatori anche di grandi catene distributive”.
La piena integrazione di Quad Microstep Drive di System con la piattaforma Ethercat ne esalta le prestazioni, ne rende agevole la parametrizzazione e offre il vantaggio del back up automatico dei dati.
“Le nostre automazioni hanno raggiunto una maggiore potenza, ma soprattutto una più elevata velocità di esecuzione, senza perdita di precisione. Siamo così soddisfatti di questa installazione che stiamo andando oltre: stiamo infatti procedendo con la sostituzione dei brushless. Con questi azionamenti abbiamo visto una grande economia di scala, un risparmio di circa il 50% su un asse motore, senza perdere la nostra ‘stella cometa’: la precisione nell’esecuzione” puntualizza Barioni.
La compattezza degli azionamenti Quad di System, con cui si comandano fino a quattro motori stepper, consente anche di ridurre l’ingombro del quadro
elettrico. “Al posto di montare quattro azionamenti, ne montiamo solo uno” spiega Barioni. “Oltretutto, la facilità di collegamento fa sì che anche un operatore poco esperto possa manovrarli”.

Una ‘vocazione’ comune all’innovazione
Il giro d’affari di Magetron, in crescita costante, è dato per il 99% dall’export, in primis verso l’India, dove è già leader di mercato, ma anche in Cina, Bangladesh e l’azienda punta alla Turchia. La chiamata verso l’esportazione delle macchine è iniziata presto, nel 1980 con Francia e Belgio, poi nel 1983 con gli Stati Uniti. Allora fu proprio Barioni il portavoce dell’azienda, la cui tecnologia era già stata messa alla prova da noti brand italiani, particolarmente esigenti, quali Gruppo Zucchi, Gabel, Bassetti.
“Siamo sopravvissuti alla ‘tempesta’ iniziata nell’ormai lontano 2001 forse perché siamo piccoli e flessibili e abbiamo avuto il coraggio di ridisegnare tutte le macchine per riprenderci la nostra posizione sul mercato, disegnando nuovi equilibri. Si è aperto il mercato in Asia e abbiamo dovuto ricreare Magetron” ricorda il manager. E il rinnovamento tecnologico dei prodotti è stato possibile grazie al know-how interno all’azienda: “La scelta dei fornitori è stata determinante” precisa Barioni. “Con clienti a migliaia di chilometri di distanza, la teleassistenza ha cambiato il nostro modo di lavorare. Oggi, offriamo teleassistenza a tutti; l’elettronica ci permette di entrare nel sistema in essere presso il cliente e
di correggere bug, anomalie, errori dovuti alla meccanica o all’elettronica stessa, senza doverci recare sul posto.
Siamo andati incontro a un’assoluta semplificazione”.
La partnership con System è stata una scelta dettata dalla comune vocazione a innovare: “Ciò che ci ha colpito è la vicinanza di System al fornitore. L’assistenza tecnica è immediata, sono attenti alla collaborazione e al superamento dei problemi che, si sa, sono un ‘fattore naturale’ dei progetti. Seguono l’installazione, fanno training e controllano il prodotto” conclude Barioni.

Verso SPS IPC DRIVE ITALIA 2016: l’Industry 4.0 secondo System

All’edizione 2016 di SPS IPC DRIVE ITALIA, a Parma dal 24 al 26 maggio, presenteremo tre tipologie di soluzioni predisposte ad aggregare dati su Ethernet:

Progettate e realizzate da System Electronics, queste componenti permettono una personalizzazione spinta delle macchine e la semplificazione dell’interazione col mondo del web. Consentono di entrare nell’Industry 4.0 perché ideate per l’automazione industriale in cui alle tradizionali connessioni seriali e ai bus di campo CAN ed EtherCAT si affiancano porte Ethernet che consentono, con facilità, di rendere disponibili dati aggregati su reti locali e su web.

I nostri servizi, prodotti, soluzioni sono intrinsecamente orientati alla fabbrica 4.0: Il nostro obiettivo è sempre stato, fin dal 1970, l’abbattimento dei vincoli produttivi.

Le automazioni su cui sono applicate le soluzioni System Electronics usufruiscono di una tecnologia capace di rispondere alle esigenze più evolute e complesse del settore factory.

Per approfondire vi diamo appuntamento a SPS ITALIA: ci troverete al padiglione 2 – stand M 063